Slide_Gianini03

La politica

Pur avendola seguita da sempre con molto interesse, ho iniziato a fare politica attiva relativamente tardi. Arrivato a Bellinzona all’inizio del 2011, dal gennaio 2012 avevo assunto la carica di vice-presidente della locale sezione del PLR e nell’aprile di quel medesimo anno sono stato eletto – con mia grande sorpresa – nel Municipio della Città. Rieletto nel rimo municipio del nuovo Comune di Bellinzona aggregato nell’aprile del 2017, mi impegno quotidianamente a dare il mio contributo senza preconcetti e con la passione di chi, oltre alla voglia costante di imparare, ha ancora l’entusiasmo della prima ora.

Intendo la politica come il bisogno di confrontarsi sulle idee per raggiungere soluzioni pragmatiche, propositive, spesso anche coraggiose.

In questi ultimi anni la politica sembra aver perso la sua capacità progettuale e di coinvolgimento della popolazione più ampia, anche, ma non solo, per una certa crisi dei partiti tradizionali. Seppure con l’esigenza di innovarsi, di riuscire a comunicare meglio le proprie idee e di capire le mutate esigenze del cittadino, essi rimangono tuttavia necessari per coagulare e permettere di portare avanti progetti condivisi e quindi attuabili.

Condivisione di idee, vicinanza ai cittadini e capacità progettuale sono i valori di cui necessitano tanto la mia Città quanto l’intero Cantone, in vista delle importanti sfide che l’attendono nei prossimi anni.

Penso, ad esempio, al consolidamento del nuovo Comune aggregato di Bellinzona, che deve riuscire a profilarsi come forte e propositivo, ma anche saper valorizzare tutte le sue frazioni ed essere vicino a tutti i suoi abitanti.

Penso al problema del traffico parassitario di transito e della sicurezza stradale nei nostri quartieri, da risolvere con soluzioni rispettose dell’ambiente, ma anche pragmatiche e realizzabili.

Penso a una promozione più efficace del nostro patrimonio storico, paesaggistico e culturale, sia d’attrazione per il turista, ma anche da vivere da parte della popolazione locale.

Penso, infine, alle opportunità che vengono offerte dalla Nuova Trasversale Ferroviaria Alpina del San Gottardo e del Monte Ceneri. Un’opera assolutamente da sfruttare per fare della nuova Bellinzona e del Bellinzonese, ma anche di quella che si sta delineando come Città-Ticino, un gioiello a misura d’uomo a meno di un’ora e mezza di treno da Zurigo e Milano.

Questa è la Città che sogno per i miei figli. Questa è la Città per cui cerco di dare il mio contributo.

Simone_Gianini